Scroll down for Italian version

Selected press

"Love In A Dying World is also the title of the experimental film shot in California by the visual artist and performer Samantha Stella who joins Nero Kane in the live set on vocals and keyboards; the film received critical acclaim and was screened in museums and art galleries. Live there is an intensity, a sense of foreboding that is heightened routinely by intense atmospherics which makes it unique."
Italians do Psych better, Le Crawley, Backseatmafia UK, 2020

"The film is a new element in the well-established practice of Samantha Stella, who from the performance moved on different grounds, such as writing and photography. A path, that of contamination between practices, and between the mental forms of art, which today appears to be one of the best qualities of the work of Samantha Stella and Nero Kane. "

An art film born from a record (Love In A Dying World), Leonardo Merlini, Il Sole 24Ore, 2019

“Nero Kane sets off carrying existential melancholy on the path of a Nick Cave ideally accompanied by Ry Cooder of Paris Texas through the beautiful Lynchian videos shot by the performer / video artist Samantha Stella as part of the eponymous experimental film.”

Italian Rock, yes thanks, Mario Gazzola, La Repubblica, 2019

"Samantha Stella's eye is imbued with Wim Wenders' poetic sorrow and David Lynch's sense of estrangement, in dialogue with the American landscape and with a very personal iconography that belongs to the director's roots."
Carme on the road in California, Stefano Malosso, Bresciaoggi, 2019

"Two creatives and a small pearl, Love In A Dying World".

Samantha Stella and Nero Kane on the road with soundtrack, SkyTG24, 2019

“The Levaggi-Stella duo has chosen to play with the dialogue that Mapplethorpe's images has always tried to deal with classicism and in particular with the "classical symmetry" of art. In their performance you can find David Lynch's cinema suggestions and themes very close to Levaggi-Stella as that of the comparison between eternity and caducity, good and evil.”

Mapplethorpe: bodies become dance bodies, Stefano Bucci, La Lettura - Il Corriere della Sera, 2019

“These considerations must be considered acknowledgements of the artist’s great creative intelligence, simultaneously demonstrating both humility and great talent, cultural knowledge of audio-visual material and subjective expressive brilliance. And so the frames of the Californian desert, the kitsch décor of small-town motel rooms, the dry vegetation, the items abandoned in the middle of nowhere become “places” in which Samantha Stella’s poetics blend with the teachings of the great masters of the history of photography, film and art in general.”

Samantha Stella, Love In A Dying World, Maurizio G. De Bonis, Cultframe, 2018

"Visual artist Samantha Stella collaborates with musician Nero Kane for her latest video production. An artist film divided into ten chapters, inspired by a journey through the desert landscapes of California. Artribune publishes it exclusively, in episodes, starting with the first two chapters."

Love In A Dying World. The experimental film by Samantha Stella, Artribune, 2018

"Love In A Dying world is a complex project that wisely mixes multiple artistic expressions, capable of giving life to a minimal and decadent, dark and emotional imagery, to an intimate reflection, devoid of stereotypes, playing with different themes, love, death, solitude. "

Samantha Stella, Love In A Dying World, Giovanni Pelloso, Il Fotografo, 2018

"Between music video and art installations, underground, erotic and black and white aesthetics (see the music videos by Richard Kern for Lydia Lunch) mixes with the living sculptures of Gilbert and George, with a strongly alienating result."

Samantha Stella, Tomorrow Never Comes, Bruno Di Marino, Il Manifesto – Alias, 2018

“Hell23 is a send up of Juliette Lewis’ performance in Kathryn Bigelow’s movie “Strange Days”, whereby Samantha Stella encourages performance of a rock goddess, in her handling of the microphone, gestures, dances, poses and imitations of sexual ecstasy. Nero Kane’s aura of a rock and roll, “David”, is immediately captured in his physical presence, as his guitar haunts in a daunting monotonous, death call."

Nero Kane, a rock and roll David, and his muse, Samantha Stella, Kofi Forson, Gainsayer, New York, 2018

link: full review on Gainsayer

“Very sharp photographs, in small format, that tell a different America very close to the literary suggestions, for example, of a writer like Joan Didion. The contamination between the religious and the musical sphere becomes even more intriguing in the central installation piece of the exhibition, which the curator Francesca Alfano Miglietti, who has signed a text on the Bergamo exhibition, has defined a representation of Samantha's own body.”

Le fotografie americane di Samantha Stella: musica e religione (God Loves You), Leonardo Merlini, Vanity Fair

“Stroboscopic lights, rock music, a female body that dances around and inside the space, classical mythology and the journey to the underworld. This is Hell23, a live installation structured by artist and performer Samantha Stella in collaboration with musician Nero Kane. At the center of the story is the figure of the Sybil Cumana, seer and priestess of Apollo in possession of divining powers.”

L’invocazione sciamanica e infera di Samantha Stella e Nero Kane (Hell23), Il Sole 24Ore, 2016

"Francesca Alfano Miglietti told us that it is a sort of dialogue between a neoclassical idea of beauty and a living part - "She does not simply speak of a neutral beauty, but of that beauty that produces pain, the perfection that sometimes hurts ". Samantha Stella moved, ambiguous or determined, among the public, establishing a very intense dialogue also with the location, part of the showroom of Antonio Marras in Milan."

Symphony in Red, the live installation by Samantha Stella, Il Sole 24Ore, 2015


Italian version

Selezione recensioni

"Love In A Dying World è anche il titolo del film sperimentale girato in California dall'artista visiva e performer Samantha Stella che affianca Nero Kane a voce e tastiere nei live musicali; il film ha ricevuto un notevole successo di critica ed è stato proiettato in musei e gallerie d'arte. Nella dimensione live c'e' un'intensità, un senso di presagio amplificato da atmosfere intense che lo rendono unico."
Italians do Psych better, Le Crawley, Backseatmafia UK, 2020

“Il film si inserisce come un nuovo tassello nella pratica, ormai consolidata, di Samantha Stella, che dalla performance si è mossa su terreni diversi, come la scrittura e la fotografia. Una via, quella della contaminazione tra le pratiche, e tra le forme mentali dell’arte, che oggi appare una delle qualità migliori del lavoro di Samantha Stella e Nero Kane.”

Un film d’artista nato da un disco (Love In A Dying World), Leonardo Merlini, Il Sole 24Ore, 2019

link: video recensione su Il Sole 24Ore

“Nero s’incammina carico di malinconie esistenziali sul cammino di un Nick Cave idealmente accompagnato dal Ry Cooder di Paris Texas, attraverso i bei video lynchiani girati dalla compagna performer/video artista Samantha Stella come parti dell’omonimo film sperimentale.”

Rock italiano, si grazie. Mario Gazzola, La Repubblica, 2019

"L'occhio di Samantha Stella è intriso della dolente poetica di Wim Wenders e del senso dello straniamento di David Lynch, in dialogo col paesaggio americano e con una personalissima iconografia che appartiene alle radici della regista."
Carme on the road in California, Stefano Malosso, Bresciaoggi, 2019

“Due creativi e una piccola perla, Love In A Dying World. “

Samantha Stella e Nero Kane on the road con soundtrack, SkyTG24, 2019

“Il duo Levaggi-Stella ha deciso di giocare sul dialogo che le fotografie di Mapplethorpe hanno sempre cercato di stabilire con la classicità e in particolare con la "classica simmetria" dell'arte. Nella performance si ritrovano le suggestioni del cinema di David Lynch e temi molto cari al duo Levaggi-Stella come quello del confronto tra eternità e caducità, tra bene e male.”

Mapplethorpe: i corpi diventano corpi di ballo, Stefano Bucci, Il Corriere della Sera – La Lettura, 2019

“Tali considerazioni devono essere valutate come riconoscimenti dell'estrema intelligenza creativa dell'autrice, la quale ha dimostrato allo stesso tempo umiltà e grande abilità, conoscenza culturale della materia audiovisiva e brillantezza espressiva soggettiva. Così, le inquadrature del deserto californiano, le stanze kitsch di sperduti motel, la vegetazione rinsecchita, gli oggetti abbandonati nel nulla divengono "luoghi" in cui la poetica di Samantha Stella si fonde con l'insegnamento di grandi maestri della storia della fotografia, del cinema e dell'arte in generale.”

Samantha Stella, Love In A Dying World, Maurizio G. De Bonis, Cultframe, 2018

link: recensione intera su Cultframe

"L'artista visiva Samantha Stella collabora con il musicista Nero Kane per la sua ultima produzione video. Un film d'artista diviso in dieci capitoli, ispirato ad un viaggio attraverso i paesaggi desertici della California. Artribune lo pubblica in esclusiva, a puntate, a cominciare dai primi due capitoli."

Love In A Dying World. Il film sperimentale di Samantha Stella, Artribune, 2018

link: articolo completo su Artribune

“Love In A Dying world è un progetto complesso che mescola sapientemente più espressioni artistiche, capace di dar vita ad un immaginario minimale e decadente, oscuro ed emotivo, a una riflessione intimistica, priva di stereotipi, giocando con temi diversi, dall’amore, alla morte, alla solitudine.”

Samantha Stella, Love In A Dying World, Giovanni Pelloso, Il Fotografo, 2018

“Tra videoclip e installazione artistica, l’estetica underground, erotica e in bianco e nero (vedi i videoclip di Richard Kern per Lydia Lunch) si mescola alle sculture viventi di Gilbert and George, con un risultato fortemente straniante.”

Samantha Stella, Tomorrow Never Comes, Bruno Di Marino, Il Manifesto – Alias, 2018

“Hell23 è un rimando all'esibizione di Juliette Lewis nel film di Kathryn Bigelow "Strange Days", dove Samantha Stella incoraggia la performance di una dea rock, nella sua gestione del microfono, gesti, balli, pose e imitazioni dell'estasi sessuale. L'aura rock and roll di Nero Kane, "David", viene immediatamente catturata dalla sua presenza fisica, mentre la sua chitarra perseguita in una spaventosa chiamata di morte."

Nero Kane, a rock and roll David, and his muse, Samantha Stella, Kofi Forson, Gainsayer, New York, 2018

“Fotografie nitidissime, in piccolo formato, che raccontano un’America diversa molto vicina alle suggestioni letterarie, per esempio, di una scrittrice come Joan Didion. La contaminazione tra la sfera religiosa e quella musicale diventa ancora più intrigante nel pezzo installativo centrale della mostra, che la curatrice Francesca Alfano Miglietti, che ha firmato un testo sull’esposizione bergamasca, ha definito una rappresentazione del corpo stesso di Samantha.”

Le fotografie americane di Samantha Stella: musica e religione (God Loves You), Leonardo Merlini, Vanity Fair, 2017

link: video recensione su Vanity Fair

“Le luci stroboscopiche, la musica rock, un corpo femminile che danza intorno e dentro lo spazio, la mitologia classica e il viaggio agli inferi. Si tratta di Hell23, installazione live strutturata dall’artista e performer Samantha Stella in collaborazione con il musicista Nero Kane. Al centro del racconto la figura della Sibilla Cumana, veggente e sacerdotessa di Apollo in possesso di poteri divinatori.”

L’invocazione sciamanica e infera di Samantha Stella e Nero Kane (Hell23), Il Sole 24Ore, 2016

"E' una sorta di dialogo - ci ha detto Francesca Alfano Miglietti - tra un'idea neoclassica di bellezza e una parte viva. Lei non parla semplicemente di una bellezza neutra, ma di quella bellezza che produce il dolore, la perfezione che a volte fa male". Samantha Stella si è mossa, ambigua o determinata, tra il pubblico, stabilendo un dialogo molto intenso anche con il luogo, parte dello show room milanese di Antonio Marras."

Sinfonia in Rosso, l'installazione live di Samantha Stella, Il Sole 24Ore, 2015